Archives: 1 Maggio 2020

Guida al cambio delle batterie del tuo sistema d’allarme

Guida alle batterie antifurto: diversi tipi e dove acquistarle

Che batterie ho nel mio sistema di allarme?
In generale, i sistemi di allarme utilizzano batterie in 2 parti diverse del sistema se si tratta di un allarme cablato e in 3 parti diverse se si tratta di un allarme senza fili:

Batteria del pannello di allarme: questa è la batteria più importante, alimenta il cuore del sistema ovvero “la centrale” del tuo allarme, il pannello o in gergo “centralina” svolge il compito di controllo verso tutti i dispositivi come: “sensori, sirene, tastiere di comando o altri dispositivi di automazione domestica connessi con speciali periferiche di controllo”.

Batteria della sirena di allarme: se il tuo allarme senza fili è dotato di una “sirena” esterna, installata fuori dalla tua proprietà, essa è dotata di una “batteria”.

– Batteria del sensore d’allarme: se si dispone di sensori wireless, ogni sensore avrà una batteria che dovrà essere sostituita ogni 18-24 mesi oltre tale limite si rischia di scaricare troppo la batterie, di conseguenza potrebbe verificarsi perdita di acido e formazione di ossido in gran parte dei casi il danno al dispositivo è irreversibile e andrà sostituito.
Importante! Normalmente è la batteria del pannello di allarme, meglio definita come “centrale” la prima causa dei problemi e dovrebbe essere sostituita ogni 2/3 anni al massimo, ovviamente mi è spesso capitato di dover sostituire batterie presso clienti che non avevano effettuato manutenzioni da oltre 5 e anche 7 anni!

Batterie per sistemi cablati

Cosa ben diversa per un sistema d’allarme cablato, sicuramente il costo per la manutenzione scenderà notevolmente, poichè le uniche batterie da sostituire saranno: Batteria centralina e batteria sirena esterna.
Le batterie risolvono i problemi di accessibilità 
quando l’alimentazione CA 220 viene a mancare, intervengono come sistema di backup e mantengono in funzione il sistema per qualche ora, fortunatamente, la durata e la capacità di alimentazione delle batterie vengono costantemente migliorate, è previsto che le batterie continuino a migliorare notevolmente nei prossimi anni.

Se hai le batterie in buono stato, quindi con una buona autonomia nel tuo sistema di allarme, puoi risparmiarti un sacco di problemi, inconvenienti e visite di servizio a tarda notte! Sostituendo le batterie a intervalli regolari, trattandosi di batterie ricaricabili e costantemente alimentate, l’efficacia e la durata si abbassa con il passare del tempo, è opportuno sostituire la batteria della centrale e della sirena esterna ogni 2 o 3 anni al massimo.

Come controllare se le batterie del mio allarme cablato sono scariche?

Sfortunatamente non ti accorgerai del degrado delle batterie, al contrario di un sistema wireless che utilizza il controllo di carica, il sistema cablato fino a quando è presente la rete CA220 non darà segno di anomalie specifiche, molte centrali d’allarme, ad esempio RISCO, segnala le anomalie direttamente sul display della tastiera di comando mediante il lampeggio del simbolo POWER, cosa ben diversa è per la sirena esterna, la quale nella gran parte dei casi, usa l’alimentazione di sistema solo per ricaricare la batteria e nel caso di batteria scarica non emetterà nessun suono o funzionerà per qualche minuto per poi affievolirsi gradualmente.
Una buona abitudine è quella di verificare periodicamente lo stato di tutte le batterie, dal menù UTENTE tramite la tastiera di comando.

 

Perchè in caso di blackout il sistema d’allarme fa suonare la sirena esterna?

Se in un sistema cablato le batterie sono esauste in caso di black-out il sistema funzionerà solo per qualche minuto, la prima a cessare di funzionare sarà sicuramente la batteria della centrale, che di solito alimenta diverse periferiche (GSM/LAN ESPANSIONI ECC..) l’assenza di alimentazione verso la sirena, causerà un evento di allarme senza possibilità di poterlo disattivare visto che la centrale sarà fuori uso, la sirena continuerà a suonare fino a quando non sarà ripristinata l’alimentazione o fino a quando non sarà scarica la batteria.  

Quale sarà la batteria del mio sistema d’allarme?

Quella che segue è una guida rapida ai tipi più comuni di batterie tampone utilizzate nei sistemi di allarme. N.B. se disponi di un sistema di allarme “tradizionale” (cioè non un nuovo allarme intelligente), è probabile che la batteria di cui hai bisogno sia da 12 V e 2,1 ah, 3,4 ah o 7 ah (come elencato di seguito).

La lista dovrebbe essere lunghissima, tuttavia le batterie per le centrali d’allarme cablate, di solito sono da 12V 7AH, per le sirene 12V 2.2AH, salvo alcune eccezioni.
Clicca qui per tabella dettagliata e prezzi, il costo delle batterie elencate nella tabella è indicativo poiché varia in base alla marca e alla qualità stessa della batteria, tuttavia consigliamo sempre di acquistare batterie di marca primaria di buona qualità.

Se hai dubbi scrivici saremo lieti di aiutarti per individuare la batteria del tuo sistema d’allarme, i prezzi sono indicativi al netto di IVA e installazione, possono variare +/- 20% in base alla marca del prodotto.

 

 

 

 

 

 

 

 


RISCO | VUpoint controllo video avanzato | vizatronix

VUPoint | RISCO VIZATRONIX ROMA© sistemi elettronici antintrusione

VUpoint Video Solution, un sistema di registrazione plug & play superiore, con capacità di verifica degli allarmi una combinazione senza rivali, un unico sistema completo per NVR e telecamere IP

La tua scelta migliore, per maggiori informazioni chiama il numero gratutio 800 934 555 o dal tuo cellulare direttamente al 348 6727882 per un preventivo GRATIS e senza impegno.

Come funziona VUPoint

Tripla azione: per i 30 secondi che contano di più!

La videosorveglianza tradizionale offre due funzionalità principali: visualizzazione dal vivo e riproduzione della registrazione. VUpoint aggiunge un terzo elemento chiave: la notifica di allarme push in tempo reale con immagini e video clip di 30 secondi inviati direttamente allo smartphone. Questa notifica di allarme in tempo reale con evidenza visiva dalla telecamera giusta al momento giusto, consente all’utente e alla stazione di monitoraggio di agire immediatamente!

 

 

 

Novità! Applicazione desktop Vupoint

VUpoint Desktop è il software di gestione video basato su Windows di facile utilizzo di RISCO, che consente agli utenti finali di monitorare le installazioni video VUpoint dai propri computer desktop o laptop. Visualizza streaming live da più telecamere su più siti, controlla le telecamere PT/PTZ, scarica le registrazioni dall’NVR e altro ancora…

 

Personalizza una soluzione per qualsiasi installazione di piccole e medie dimensioni..

La soluzione integrata di RISCO fornisce una varietà completa di componenti video e di allarme, consentendoti di personalizzare la giusta soluzione di sicurezza per soddisfare le esigenze delle imprese residenziali o di piccole e medie dimensioni.

SCARICA IL CATALOGO COMPLETO QUÍ

Vupoint Nuova linea di telecamere IP

La nuova linea di telecamere IP VUpoint include un’ampia linea di telecamere PoE e Wi-Fi, con un’alta risoluzione fino a 4MP.

Una nuova piattaforma di gestione video desktop basata su cloud offre alle aziende e ai proprietari di case il controllo completo sul proprio sistema video, da qualsiasi luogo.

Installazione di video e allarme? La soluzione integrata di RISCO è la scelta migliore!


RISCO cloud allarme casa sicurezza globale – termine servizio gratuito | riscocloud a pagamento

Informazioni sul servizio RISCO Cloud

Il tempo del servizio gratis sta scadendo, molti utenti sono infuriati visto che il proprio installatore aveva detto loro che il servizio era gratuito, senza specificare sino a quando e tuttavia vogliamo sottolineare che l’accettazione delle clausole di servizio, in fase di registrazione al sito riscocloud.com sottolineavano chiaramente che in futuro avrebbero potuto applicare delle commissioni.

Cosa offre il cloud RISCO™

L’applicazione per smartphone ti offre un modo semplice per gestire la sicurezza della tua casa o della tua azienda. L’app è uno strumento aggiuntivo e non una “parte fondamentale” del tuo sistema di allarme.

Questa modifica non ha alcun impatto sul funzionamento del sistema di sicurezza.

Il costo non è per utente ma per sito (= sistema di sicurezza).
Ciò significa che c’è un solo addebito, anche se ci sono più utenti di smartphone per un unico sistema di sicurezza.

La tua piattaforma cloud online è installata su server che forniscono i massimi livelli di sicurezza, backup e privacy degli utenti conformi al GDPR.
Il produttore continua a sviluppare servizi cloud e app per introdurre o migliorare future nuove funzionalità come video verifica avanzato, automazione domestica e integrazione del campanello di casa!

Il sistema di sicurezza numero uno al mondo

RISCO Cloud è ora la piattaforma di sicurezza, più sicura e robusta sul mercato mondiale. Nel corso degli anni ha investito milioni di dollari nella protezione della sicurezza informatica, nella capacità e nella sopravvivenza della piattaforma Cloud, ineguagliata da nessuno dei concorrenti di sistemi anti intrusione.

La piattaforma Microsoft© AZURE

RISCO Cloud è ospitato da Microsoft Azure e gode dei più alti standard di servizi gestiti, scalabilità e sicurezza dei dati. Risponde ai più elevati standard di qualità e dispone di certificazione degli standard europei EN 50136-1 e EN 50136-3, nonché degli standard internazionali, la certificazione ISO/IEC 27001:2013. Possediamo anche la certificazione allo stesso livello dei centri di ricezione allarmi. Nel Regno Unito, è l’unica soluzione cloud anti intrusione accreditata Secured by Design.

Le centinaia di migliaia di siti gestiti da RISCO Cloud godono non solo di una piattaforma ricca di funzionalità, ma anche di un alto livello di servizio e di prestazioni eccezionali che sono altamente reattive alle azioni dell’utente, tutto ciò è possibile grazie alla tecnologia avanzata di RISCO Cloud.

Perché ci saranno dei costi per RISCO Cloud?

RISCO Cloud è stato fornito gratuitamente agli installatori e agli utenti finali per molti anni, nonostante gli elevati costi di sviluppo e manutenzione della piattaforma. RISCO Group ha sempre sottolineato nei termini e condizioni del Cloud e dell’App che in futuro potrebbero essere applicate delle commissioni per l’utilizzo dei servizi Cloud.

Mentre RISCO si sforza di continuare a fornire la migliore soluzione sul mercato, con livelli di servizio eccezionali a fronte di ingenti investimenti in sviluppi futuri, come video verifica automazione e controllo accessi, RISCO Cloud cesserà di essere un servizio gratuito nelle prossime settimane.


sim risco centrale allarme casa vizatronix

Nuova SIM RISCO in modalità roaming.

L’attesa è finita!

RISCO è lieta di annunciare la nuova disponibilità della nuova SIM Card RISCO, un’offerta esclusiva per i moduli di comunicazione GSM RISCO.

Come funziona

Quando viene utilizzata in un modulo GSM, la SIM CARD di RISCO garantisce connettività  in ogni situazione, non sarà più necessario verificare quale gestore GSM è disponibile nella tua zona e sopratutto nel punto dove sarà installato il modulo GSM, il modulo GSM seleziona in automatico il gestore con segnale più potente, la nuova SIM di Risco, (solo dati, no SMS e no Voce) offre connettività al cloud in modalità  roaming che abilita il sistema a comunicare su reti cellulare per funzionalità di report per il tuo sistema d’allarme, ma anche controllo e programmazione da remoto per il tuo installatore di fiducia.

Compatibilità

Centrali e gestori compatibili:

Funziona con i seguenti gestori Vodafone / Omnitel Telecom Italia Wind 3 (H3G)

Pannelli di controllo RISCO™

Agility 4 / WiComm / WiComm Pro – dalla v. 5.24 in poi

LightSYS 2 – dalla v. 5.81 in poi

ProSYS Plus – sarà annunciato a breve – dalla v. 01.04.04

Disponibilità e costi

La SIM sarà disponibile per il mercato Italiano a partire da GIUGNO 2021.

In merito ai costi per ora ti possiamo anticipare che la gestione cloud + SIM dovrebbe aggirarsi a circa €.7,5 mensili.

Contattaci telefonicamente o se preferisci usa il modulo contatti in fondo a questa pagina.

* *campi obbligatori

Risco cloud diventa un servizio a pagamento gestione allarme smartphone

RISCO Cloud diventa un Servizio in Abbonamento quanto costa?

RISCO Cloud avrà un costo annuale di  € 23,99 IVA inclusa.

Il costo include per te la possibilità di utilizzare la App per Smartphone e permette al tuo installatore di collegarsi da remoto ai tuoi sistemi per le attività di manutenzione necessarie, senza una visita in loco.

Sottolineo che questo pagamento è solo per i Servizi Base e non include alcun costo di servizio come: assicurazione, gestione remoto, SIM Card, etc.
L’abbonamento riguarda il sito e quindi si possono avere più smartphone con l’app installata e gestire il sistema d’allarme.
Nel caso in cui avessi più sistemi diversi in siti diversi allora l’abbonamento sarà necessario per ognuno dei siti.

Come avverrà il pagamento?

Il pagamento per i Servizi relativi a RISCO Cloud, saranno fatti attraverso il meccanismo di acquisto in App nello stesso modo in cui altre App hanno attivi dei servizi di sottoscrizione a pagamento e saranno gestiti attraverso la piattaforma che distribuisce i servizi per Smartphone, quindi App Store o Play Store.

Con la nuova versione di iRISCO che stiamo rendendo disponibile tramite gli Store, riceverai delle comunicazioni in APP che ti guida nel processo di selezione dell’abbonamento – che per 6 mesi sarà comunque gratuito per i siti esistenti. I nuovi siti avranno invece 3 mesi gratuiti prima di iniziare a pagare il servizio.

Il primo pagamento avverrà ad ottobre 2021.

Altre App per la gestione di Sicurezza e Smart Home sono gratuite. Perché RISCO è diversa?

Oggi, un numero sempre crescente di servizi via Cloud è a pagamento. App per Sistemi di Sicurezza e Smart Home non sono tecnicamente Servizi Cloud. In molti casi, l’App comunica direttamente con il sistema di allarme o con singole parti, e non con la piattaforma Cloud. Queste App hanno dei limiti nell’integrazione dei vari servizi e sono di gran lunga meno sicure. RISCO Cloud è la piattaforma più sicura e robusta nel mercato della sicurezza. Nel corso degli anni abbiamo investito milioni di dollari in Sicurezza informatica, capacità e crescita della nostra piattaforma Cloud – per questo siamo differenti dai nostri concorrenti.

RISCO Cloud è ospitato nell’infrastruttura di Microsoft Azure e beneficia dei più alti standard in gestione dei servizi, scalabilità e sicurezza dei dati. Rispetta i più alti standard qualitativi ed è certificato secondo gli standard europeri EN50136-1 e EN50136-3, così come secondo altri standard come la certificazione ISO/IEC 27001:2013. In UK, questo è il solo servizio del suo genere ad essere riconosciuto come ‘Secured by Design’ dalle forze dell’ordine.

Cosa succede al mio Sistema di Sicurezza se decido di non abbonarmi?

Se non desideri sottoscrivere l’abbonamento, implicitamente dichiari che i Servizi di RISCO Cloud non sono rilevanti per te.
Il tuo sistema di sicurezza continuerà a funzionare normalmente, e potrai inserirlo o disinserirlo oltre a compiere tutte le altre azioni previste, da tastiera o da telecomando.
In ogni caso, non potrai più utilizzare la APP per gestire il tuo impianto e il tuo installatore non potrà effettuare interventi di manutenzione da remoto.

I costi dei Servizi di Manutenzione potrebbero anche aumentare, dal momento che potrebbero essere necessari interventi in loco.

Se il tuo sistema è invece collegato ad un Istituto di Vigilanza che riceve eventi dal Cloud RISCO, allora il tuo installatore dovrà ristabilire questa connessione in un modo alternativo (connessione diretta).


hourglass

Risco Prosys 7 anomalia impostazione data 2021

Impostazione data 2021 con le centrali fuori produzione:
ProSYS e Wisdom

Anomalia data (anno) centrale ProSys, modelli fuori produzione fino alla 7.xx  Risco™

In questi giorni, e siamo ad aprile 2021 stiamo ricevendo diverse chiamate di clienti che lamentano un errore di visualizzazione data, per le centrali ProSys incluse le 7.xx.

Per chi ha perso la notifica…

VIZATRONIX  aveva già comunicato l’anomalia mediante la newsletter 14 gennaio 2021, tuttavia molti utenti, visto che stiamo parlando di una centrale d’allarme datata, potrebbero essersi cancellati dalla newsletter perdendo la notifica! Comprendo il rammarico e perdonatemi la crudezza ..Ha fatto il suo tempo!

Affidabile e robusta ma…

Possiamo annoverarla tra le centrali d’allarme più affidabili, a livello globale e prodotte sino a qualche anno fa. Trattandosi di una vecchio modello, non è possibile aggiornarla on-line, come si fa con le attuali centrali d’allarme e tuttavia, RISCO™ ha messo a disposizione una memoria che risolve il BUG, disponibile tramite noi installatori RISCO™, l’ EPROM di aggiornamento.

EPROMATTENZIONE!… Disponibilità limitate e non sappiamo sino a quando!

Riportiamo il bollettino ufficiale emanato da RISCO™

Con il presente bollettino vi informiamo che RISCO ha rilevato una anomalia riguardante i sistemi ProSYS 16, 40, 128 e Wisdom, riferita all’impostazione dell’anno 2021.

Quanto sopra descritto non comporta alcun tipo di malfunzionamento del Sistema di sicurezza, che rimane operativo in ogni sua parte, poiché il campo “anno” non è rilevante per la programmazione.
Solo in caso si abbia impostato un programmatore orario il campo “anno” risulta importante per definire la corretta sequenza dei giorni della settimana.

Per risolvere questo BUG contattaci.

 

* *campi obbligatori

RISCO cloud a pagamento cosa cambia cloud cost fee charge

IMPORTANTE NOVITÀ RISCO CLOUD


Avviso – Per i clienti che hanno installato un sistema d’allarme RISCO, che è connesso al CLOUD Internet tramite le APP per smartphone iPhone / Android, usato per inserire e disinserire gli allarmi, la domotica e la video verificca.

Dall’inizio del 2021 RISCO ha implementato il pagamento di una tariffa, per l’utilizzo delle funzionalità offerte dal cloud.

Il sistema d’allarme  installato, includeva l’accesso al servizio RISCO Cloud tramite la connessione internet dei clienti e l’app RISCO per smartphone. L’accesso al servizio cloud fornito da RISCO al momento dell’installazione era gratuito sia per l’azienda installatrice che per l’utente finale.

RISCO Cloud è composto da un ampio insieme di Servizi che includono la tua App per smartphone e l’opzione di una soluzione video basata su Cloud, Smart Home e, di nuova disponibilità, la tastiera touchscreen RisControl e il Video Doorbell (prossima disponibilità).

Tutto questo ha richiesto significativi investimenti nello sviluppo del software e nell’infrastruttura per assicurare stabilità e sicurezza dei dati gestiti attraverso Microsoft Azure. Inoltre, ciò ha permesso al tuo installatore di poter da remoto fare delle attività di manutenzione sulla tua centrale, senza che fosse necessario un intervento in loco con i relativi costi.

A differenza del passato in cui la maggior parte delle applicazioni erano gratuite, oggi
i fornitori di servizi online hanno realizzato che ciò ha avuto un effetto negativo sulla qualità dei loro prodotti. Quindi anche servizi relativi a Musica, Media (Notizie, Streaming, TV) così come quelli professionali sono diventati Servizi a pagamento oppure includono pubblicità. Data la natura del Servizio offerto dai Sistemi di Sicurezza RISCO, non possiamo includere alcun tipo di pubblicità di terze parti.

Nel corso del 2020 RISCO ha annunciato che presto sarebbe stato applicato un costo all’azienda installatrice e al successivo utente finale per la continuazione del servizio RISCO Cloud. Questo costo è stato già implementato dall’inizio del 2021 per tutti i clienti RISCO e nello specifico per i clienti ITALIA da GIUGNO 2021.

Il cloud è indispensabile?

NO, …Se si rinuncia alla video verifica, allo smart home, al backup degli eventi e alla gestione da app/web

N.B.: ciò non influisce sul funzionamento dei sistemi di allarme tramite il controllo via SMS, la tastiera o i telecomandi.
I sistemi di allarme continueranno a funzionare normalmente dalla tastiera, via SMS o dai telecomandi e ciò non influisce sulle centrali che dispongono di dispositivi di comunicazione con le stazioni di monitoraggio esterne (metronotte ecc.) o la chiamata della polizia (per i clienti autorizzati: cariche istituizonali esposti a rischio). Questa procedura rimane invariata.

Il costo annuale per i clienti per continuare ad avere accesso a RISCO Cloud può essere pagato direttamente a noi (l’installatore vizatronix) o a RISCO. I clienti che non avranno pagato il loro costo annuale di RISCO Cloud saranno automaticamente disconnessi dal cloud e non potranno più usare l’applicazione iRISCO o FreeControl RISCO fino a quando non avranno regolarizzato la posizione.

RISCO, infine, si metterà quindi in contatto direttamente per discutere il pagamento prima di disattivare l’accesso a RISCO Cloud. Sottolineamo che per quest’ultima azione di RISCO non abbiamo alcun controllo su quando RISCO contatterà, se lo contatterà o sul periodo di tempo prima che l’accesso a RISCO Cloud venga perso, quindi è vantaggioso che i clienti paghino il costo direttamente a noi installatori.

Sottolineamo che il costo annuale del nuovo servizio RISCO Cloud è fuori dal nostro controllo, sino ad oggi abbiamo fatto del nostro meglio per ritardare e ridurre al minimo il disagio per i nostri clienti e speriamo che comprendiate.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni o chiarimenti, contatta il nostro team saremo lieti di essere a tua disposizione.
Usa il modulo sottostante per essere ricontattato in modo rapido e gratuito.

* *campi obbligatori

AGILITY disconnessa dal cloud procedura di riavvio – rebooting procedure risco

Riavvio centrale AGILITY – rebooting procedure

Può capitare per motivi ancora sconosciuti che la centrale si disconnetta dal cloud e di dover riavviare la centrale AGILITY.
A partire dalla versione AGILITY 3.95, è stata implementata una nuova funzione nel menù utente, che consente il riavvio del sistema senza ricorrere alla disconnesisone dell’alimentazione (rete 220v e batteria interna).

Il motivo per cui si disconnette dal cloud (solo la connessione GPRS) è sconosciuto, l’ipotesi più accreditata è da imputarsi alla saturazione dei ponti radio, solo in alcune zone, nello specifico mi riferisco alla mia zona “ROMA e Provincia”.

Come riavviare la centrale AGILITY in pochi semplici passaggi

Per il riavvio del sistema è necessario disporre del codice utente master, quindi accedere al menù ed effettuare i passaggi come di seguito descritto:
ACCEDERE AL MENU’ UTENTE
premi * inserire codice utente, appare la voce >> attività scorri con i tasti freccia fino a >> funzioni avanzate >> scorrere con le frecce sino a RIAVVIO SISTEMA appare la domanda SEI SICURO? per cambiare N con S digita una sola volta il tasto lucchetto parziale e conferma con #

Un’operazione semplice ma che molto spesso è ignorata dagli utenti e.. persino dagli installatori.

Per risolvere questo piccolo inconveniente è consigliabile installare la scheda IP e collegarla al router della rete fissa, e impostare il canale GPRS/GSM come secondario.


Sistemi d’allarme economici a contratto e fai-da-te

Quanto costa un sistema d’allarme e come le aziende rendono la sicurezza domestica più economica.

Prima avvalerti di pseudo aziende che offrono sistemi sicurezza a poche centinaia di euro, facilmente oscurabili, leggi quanto sto per dirti.

Due modi comuni per risparmiare sul costo della sicurezza domestica, vantaggi e svantaggi:

(A) Riduzione dei costi iniziali per le persone che sottoscrivono un contratto, Questa è un’ottima opzione se desideri la sicurezza domestica ma non puoi permetterti un costo iniziale elevato. I costi iniziali comprendono i costi delle apparecchiature, l’installazione e l’attivazione. A seconda del provider, potrebbero essere richiesti costi di installazione o di attivazione iniziale.
Svantaggi di avere un gestore della sicurezza:

(1) la prima cosa che mi viene in mente è che qualcun altro possa visionare una telecamera in casa mia e invadere la mia vita privata.


(2) un intervento di guardie private non mi salverebbe dal furto e tanto meno da aggressioni poiché di media un furto viene consumato in 10 minuti, inoltre non è mai una buona idea sparare non sempre il ladro è disarmato! Un intervento armi in pugno può essere fatto esclusivamente dalle forze di Polizia e non da guardie private! Trai le conclusioni da solo.

Acquistare sistemi di allarme domestici fai-da-te

I sistemi fai-da-te sono ideali per le persone che preferiscono pagare di più in costi iniziali, il che di solito consente una tariffa mensile di monitoraggio più piccola, acquistando una SIM prepagata con un gestore di telefonia mobile da inserire nella centrale d’allarme.
Si ha un notevole vantaggio economico ma non sappiamo nulla sul grado di sicureza effettivo del sistema che abbiamo acquistato, di solito sono sistemi radio oscurabili con “jammer” da poche decine di euro.

 

La domanda è..
Ho davvero bisogno di installare un sistema d’allarme?

Prima di iniziare a sborsare denaro, chiediti: ho bisogno di un sistema di sicurezza domestica? La protezione che ottengo giustificherà i costi? Per rispondere a queste domande, potresti iniziare guardando il tuo rischio di diventare una vittima di furto con scasso.

Valutare quanto potresti perdere in un furto con scasso

Chiunque sia stato svaligiato sa che il trauma dell’esperienza va ben oltre il valore monetario di qualsiasi cosa sia stata rubata. Ma se sei interessato a fare un’analisi costi-benefici dell’investimento in un sistema di sicurezza, dovresti prima chiederti quanto dovresti spendere per sostituire eventuali oggetti rubati.
Dedica un po’ di tempo all’inventario dei tuoi preziosi oggetti, insieme a un valore stimato per ciascuno. I ladri tendono a preferire oggetti che sono facili da afferrare e portare via, come contanti, televisori, gioielli, armi da fuoco, computer e oggetti d’antiquariato.
Naturalmente, questo non spiegherà il valore sentimentale di cimeli, oggetti da collezione e altri oggetti che non sono facilmente sostituibili.

I migliori sistemi di sicurezza non solo proteggono i tuoi oggetti di valore e cimeli, ma aiutano a proteggere te e la tua famiglia dagli intrusi.
Quanto apprezzi la tranquillità è qualcosa che solo tu puoi sapere, ma dovresti fare del tuo meglio per tener conto di questo nella tua personale analisi costi-benefici!

Adesso tocca a te decidere cosa è meglio fare, noi siamo a tua disposizione per consigliarti, sappi che ogni azienda che produce sistemi di sicurezza ha un suo punto di forza tra rivelatori da esterno, da interno e sistemi di comunicazione, e solo rivolgendoti ad un installatore professionista potrai capire quello che fa al tuo caso.

Questo articolo era doveroso e senza peccare di presunzione, spero di aver chiarito le idee sul sistema d’allarme a chi non ne sa nulla!

Pino Mazzitelli
Technical Manager


Elkron centrale cablata sistema MP500

IL SISTEMA ANTINTRUSIONE MP500

 

Controllo totale da smartphone e tablet

Con il sistema MP500 controllare l’impianto attraverso il web è semplice e veloce. Bastano un’apposita interfaccia installata nella centrale e qualsiasi dispositivo dotato di browser web per controllare il sistema attraverso la rete Internet. Il portale di controllo funziona con Microsoft Internet Explorer, Google Chrome, Firefox e Safari.
Inserendo le credenziali d’accesso è possibile instaurare una connessione sicura in modalità SSL con il proprio impianto e accedere alle funzionalità previste dalla tipologia della propria login (Master o Utente).

Gestione in mobilità da ovunque

L’interfaccia web consente di controllare il sistema da dispositivi mobili o fissi (smartphone, tablet, PC), dai quali sarà possibile gestire tramite un applicativo tutte le principali funzionalità antintrusione e video.

Grazie al sistema MP500 potrai effettuare da remoto:

  • l’attivazione, disattivazione o parzializzazione dell’mpianto
  • la visualizzazione dello storico degli eventi
  • l’esclusione o l’inclusione degli ingressi
  • l’abilitazione o disabilitazione delle chiavi
  • l’abilitazione o disabilitazione degli utenti
  • il check dell’impianto.

In caso di allarme potrai inoltre comandare attuatori e bloccaporte o accendere le luci interne o esterne.

Scarica qui la brochure completa

Non solo antintrusione, ma anche immagini dalle tue telecamere

Scarica la brochure My Elkron Home! My Elkron Home è l’app che permette il controllo remoto tramite PC, tablet e smartphone degli impianti antintrusione Elkron di nuova generazione. L’app può funzionare con tutte e tre le centrali del sistema Elkron MP500 e permette di controllare più impianti attraverso una connessione sicura.
Con My Elkron Home è possibile visualizzare lo stato del sistema ed attivarlo o disattivarlo in modo totale o parziale. My Elkron Home consente di visualizzare le riprese delle telecamere di sorveglianza collegate alla propria centrale Elkron MP500, nonché rivedere le riprese associate ad un allarme. Sempre attraverso My Elkron Home, è possibile impartire comandi ad impianti di riscaldamento e/o irrigazione.