Archives: 24 Ottobre 2022

Incendio alto rischio segatura esplosiva falegnamerie ad elevato rischio

Ambienti Esplosivi

In diverse condizioni ambientali, la capacita delle polveri di divenire potenzialmente esplosive, e non solo la segatura del legno, che è già di per se molto sensibile alle alte temperature, è importante sottolineare che se ci troviamo in contesti dove vengono lavorati: Alluminio, Plastica, Pesticidi, composti Farmaceutici o composti organici come zucchero, latte in polvere, grano e ovviamente legname ecc. già siamo in ambienti potenzialmente ESPLOSIVI, dunque non solo il legno, come sembra più logico credere si può incendiare, tuttavia in questo articolo parleremo solo delle falegnamerie.
Prevenire è meglio che curare, è una frase fatta ma non sottovalutiamola!

Le falegnamerie

Le strutture per la lavorazione del legno sono particolarmente a rischio di incendio a causa dell’abbondante produzione di segatura, che ad alte temperature si accenderà e brucerà molto più facilmente di interi pezzi di legname.Sega Circolare
Una semplice scintilla, provocata da utensili, potrebbe innescare un’esplosione se la segatura è all’interno di un silos.

 

Materiali d’innesco e alimentazione fuoco

Il comportamento al fuoco del legno peggiora quando è presente sotto forma di pannelli di particelle, fibre o melaminici, il cui elemento base è il legno, ma che contengono nel loro rivestimento anche altri elementi, di per sé combustibili o infiammabili, come colle, polimeri o vernici.
Se questi dati vengono trasferiti alla configurazione più consueta di uno stabilimento per la lavorazione del legno o di uno stabilimento per la produzione di mobili in legno, la densità del carico di incendio in questa tipologia di locali va da 500 MJ/m2 a 600 MJ/m2, mentre nelle aree di stoccaggio può raggiungere 800 MJ/m2.

Altre materie prime utilizzate negli impianti di lavorazione del legno che devono essere tenute presenti al momento dell’analisi dei pericoli in questo tipo di locali sono:

• Prodotti chimici: colle, sigillanti, vernici, coloranti, lacche, pitture, solventi e altri prodotti di finitura.
• Pelle, tessuto, fibre e schiume organiche (es. poliuretano), se si eseguono operazioni di rivestimento.
• Materiali di imballo: scatole di cartone, plastica per termoretraibile e angolari in cartone o plastica.
• Elementi metallici (ferri), come viti, cerniere, serrature e rivetti.

L’attività stessa di uno stabilimento per la lavorazione del legno comporta una serie di pericoli sia per i lavoratori che per l’azienda.

Rischi per i lavoratori

I lavoratori dell’industria della lavorazione del legno possono essere interessati da molti gravi pericoli dal punto di vista della salute e sicurezza sul lavoro. Questi sono causati principalmente da attrezzature e strumenti di lavoro, nonché da altri elementi secondari prodotti durante le operazioni abitualmente svolte in questi locali:
Tagli e intrappolamenti di oggetti mobili. Questo tipo di pericolo è più comune quando si utilizzano pialle,
ned: incendio, esplosione o eventuale responsabilità civile verso terzi, responsabilità dei dipendenti e anche responsabilità ambientale.
trapani, seghe circolari o toupie, tra gli altri. La prevenzione di questo pericolo richiede l’esistenza di difese protettive nel punto di manipolazione di seghe e altre attrezzature di taglio, nonché di ingranaggi, cinghie, catene, pignoni e punti di intrappolamento di trasportatori e rulli. Devono essere posizionate ringhiere o gabbie accanto alle macchine in prossimità delle aree di transito del personale, e devono essere predisposti anche sistemi di pulsanti a doppia manovra per arrestare le macchine in caso di emergenza.

Possibili cause di innesco

Indubbiamente, uno degli aspetti più critici legati alla lavorazione del legno negli stabilimenti dove il legno viene trasformato e manipolato è il pericolo di incendio. È dovuto principalmente alla coesistenza di un materiale combustibile (allo stato solido e polverulento “la segatura“) insieme a più fonti di innesco, alcune delle quali stabilmente presenti. Inoltre, la presenza di materiali infiammabili (vernici, colle o solventi) facilita la propagazione dell’incendio, con la possibilità di provocare conseguenze devastanti.segatura
Le principali fonti di innesco sono le seguenti:
• Elettricità: il sottodimensionamento e la mancanza di manutenzione nei quadri elettrici, nei locali di bassa e alta tensione e nei trasformatori possono causare guasti elettrici con conseguenti incendi.
• Operazioni di taglio, saldatura e lavorazioni a caldo in genere.
• Scintille di attrito o sfregamento in macchine, tubi di scappamento di carrelli elevatori diesel, nonché scintille prodotte in impianti di aspirazione di segatura, trucioli e polveri di carteggiatura, causate da corpi estranei.
• Dispositivi di riscaldamento inadeguati (stufe, bracieri, ecc.).
• Incendio doloso: definito come “il reato di appiccare dolosamente, volontariamente e volontariamente il fuoco a beni altrui o di bruciare i propri beni per uno scopo improprio”.
• Fumatori.
• Nelle cabine di verniciatura, dove si eseguono operazioni di laccatura, smaltatura e verniciatura, si producono atmosfere esplosive dovute alla miscela di vapore e aria, nonché le nubi di polvere.
• Atmosfere di polvere di legno e segatura. La polvere derivante dalla levigatura e dalla lavorazione di alcuni tipi di legno è suscettibile di infiammarsi molto rapidamente e causare un’esplosione. E’ fondamentale mantenere l’ordine e la pulizia per evitare pericolosi accumuli e, soprattutto, dotare le apparecchiature da cui sono prodotte di sistemi di aspirazione polveri e segatura per il loro trasporto e deposito in silos posti all’esterno dell’edificio industriale. Questi silos devono essere svuotati frequentemente per evitare l’autocombustione.

Protezione e prevenzione incendi


I tipi di incendio più prevedibili in un impianto di lavorazione del legno sono: Classe A, incendio che coinvolge materiali solidi (principalmente legno, segatura, trucioli di legno, oltre ad accumuli di bancali, panni sporchi, cartoni, ecc.) e Classe B, che coinvolge combustibili liquidi o solidi liquefacibili.
Le raccomandazioni relative ai necessari mezzi di protezione attiva antincendio in un impianto di lavorazione del legno possono essere prioritarie raggruppandole in due diversi livelli.
Livello di base
Una volta che l’incendio è divampato, i mezzi di protezione devono impedirne la propagazione, tanto più quando vi è una grande densità di materiale combustibile o infiammabile, come nel caso qui trattato. I mezzi essenziali di protezione antincendio sono i seguenti:
• Estintori. È importante dotare l’edificio di un certo numero di estintori portatili ad uso di personale debitamente addestrato. Gli estintori devono avere le caratteristiche riportate nella seguente tabella:

Tipo

Prima valutazione e utilizzo estinguenti appropriati.

ABC Polvere secca

Da utilizzare su qualsiasi tipo di combustibile

CO2

Per uso su combustibili liquidi e apparati elettrici, quadri di comando ecc.

Acqua

Per combustibili solidi. Nel caso contenga una percentuale di schiumogeno, può essere usata su combustibili liquidi.

Il sistema di rilevamento fumi e temperatura

In questo tipo di industrie dovrebbe essere installato un sistema automatico di rivelazione incendi, principalmente a causa di possibili incendi incipienti che possono rimanere latenti per un certo tempo e svilupparsi al di fuori dell’orario di lavoro. Questi sistemi sono obbligatori per edifici con una superficie edificata superiore a 250mq
Questo sistema di rilevamento dovrebbe essere installato insieme ai pulsanti di allarme distribuiti in modo che
la distanza minima percorsa da qualsiasi punto a un pulsante di allarme è inferiore a 25 m. I rivelatori di incendio e i pulsanti di allarme devono essere preferibilmente collegati a una centralina di allarme in grado di intervenire o emettere gli avvisi appropriati in caso di incendio.

Per valutare il rischio incendio della tua attività, puoi contattarci in ogni momento, il sopralluogo è gratuito due esperti valuteranno il grado di rischio e ti proporranno la soluzione più opportuna ed economicamente vantaggiosa.

Per qualunque esigenza puoi contattare lo staff usando questo modulo o se preferisci chiama il +39 348 6727882 oppure +39 3358173283 per un contatto immediato.
* *campi obbligatori
la tua richiesta max 200 caratteri

Controllo accessi prevenzione violazione area di lavoro vizatronix

Non ci sono dubbi sull’importanza di un buon sistema di sicurezza per proteggere dipendenti, clienti e proprietà da visitatori indesiderati. Posizionare strategicamente le telecamere all’interno dell’edificio è un ottimo modo per monitorare la tua attività e può aiutare a mantenere i dipendenti al sicuro e i dati proprietari fuori dalle mani sbagliate.

Inoltre, avere un sistema di sicurezza con allarmi e telecamere all’esterno dell’edificio proteggerà la tua attività durante gli orari di chiusura ed è un deterrente per potenziali vandali e ladri che entrano nella tua proprietà.controllo accessi

Ma per quanto riguarda gli ospiti e i potenziali clienti che entrano nella tua proprietà con buone intenzioni? possono, a un certo punto, diventare il trasgressore?

La risposta è semplice, sì!

Cos’è un trasgressore?

Clienti attuali, potenziali clienti o altri ospiti possono diventare trasgressori se la loro attività si conclude o quando revochi il loro invito e continuano a bighellonare nell’atrio, nel parcheggio o all’esterno dell’edificio.

Qual è il modo migliore per evitare che clienti, potenziali clienti e ospiti diventino trasgressori?

  1. Installare sistemi di controllo degli accessi
  2. creare dispositivi ID nominativi 

Integra il tuo sistema di controllo degli accessi nel tuo sistema di sicurezza esistente

Sistemi di controllo degli accessi

Un sistema di controllo degli accessi di VIZATRONIX limiterà il traffico nel tuo ufficio, laboratorio, magazzino ecc. sia per la sicurezza dei tuoi dati proprietari che per la sicurezza dei tuoi dipendenti. Avrai il controllo completo dell’ingresso dell’edificio, dell’accesso agli ascensori, dell’accesso a livello di sicurezza alle porte interne e altro ancora attraverso un sistema semplice e facile da usare.

Indipendentemente dal fatto che la tua azienda lavori in un singolo edificio, più edifici o affitti più piani in un edificio condiviso, disporre di un sistema di controllo degli accessi ti darà la possibilità di conoscere e controllare chi entra nel tuo spazio di lavoro.

Dispositivi di identificazione

Limitare chi può accedere alla tua attività aiuta a impedire a personale sconosciuto o indesiderato di entrare nella tua proprietà, ma non fa nulla per impedire alle persone di accedere a spazi indesiderati una volta all’interno.

Per limitare l’accesso all’interno del tuo spazio di lavoro, affidati a dispositivi di identificazione come lettori di schede, portachiavi, PIN o dati biometrici per tenere le persone lontane da posizioni indesiderate. Per i dipendenti, questi dispositivi possono essere permanenti e riprogrammati per concedere nuovi accessi man mano che le funzioni lavorative cambiano, ma offrono anche una protezione aggiuntiva contro gli ospiti che accedono ad aree private.

Puoi rilasciare dispositivi di identificazione temporanea agli ospiti che limitano l’accesso alle aree private e hanno un limite di tempo che scade una volta conclusa l’attività. Ridurre l’accesso alle sole aree pubbliche, come la hall, impedirà agli ospiti di prolungare il loro benvenuto e diventare intrusi.

Esistono molti tipi diversi di dispositivi ID e vantaggi e svantaggi per ogni stile in base alle esigenze aziendali specifiche. Per scoprire quale dispositivo funzionerebbe meglio per te, contatta un esperto VIZATRONIX e assicurati che solo il personale autorizzato abbia accesso al tuo spazio di lavoro.

Giuseppe Mazzitelli, installa sistemi di sicurezza dal 1985, da oltre 15 anni ROKONET e RISCO, sono il tuo unico interlocutore per il tuo sistema di sicurezza, controllo accessi e antincendio.

Il nostro team è composto da collaboratori esperti nel campo elettrico ed elettronico.


sostituire la batteria del sistema di allarme Risco sapere quando è necessario

Come affrontare il problema

Un impianto di sicurezza per la sua architettura, è un ottimo sistema contro ogni tentativo di intrusione, tuttavia deve essere mantenuto in perfetta efficienza, al primo posto ci sono le batterie che per la loro criticità devono essere periodicamente sostituite, come risaputo tutte le batterie ricaricabili, dopo qualche tempo tendono a non ricaricarsi più al 100%, di fatto dopo il primo anno se la batteria è di buona qualità, la capacità si riduce anche del 20%, nel giro di 374 anni sarà necessario farla sostituire, non risparmiare sul tuo sistema di sicurezza. Chiama Ora o compila il modulo contatti qui per essere richiamato.

Come affrontare il problema

Ti invito a leggere questa semplice guida, o meglio i consigli del tecnico, se vuoi usufruire di assistenza specializzata nei sistemi di sicurezza RISCO e non solo, contattaci clicca qui per accedere al modulo contatti rapidamente, o effettuare una chiamata.

Come sapere quando è necessario sostituire la batteria del sistema di allarme domestico

I crimini dilaganti nelle grandi città e non solo, rendono i sistemi d’allarme e di sicurezza un’aggiunta popolare alle case Italiane. Offre tranquillità ai proprietari di case che vogliono proteggere i propri effetti personali e le proprie famiglie. È necessario conservare il manuale di istruzioni per il sistema di allarme e annotare informazioni importanti come il numero del modello, il numero di serie e il codice principale corrente per evitare problemi futuri.

Consulta il manuale di istruzioni del tuo sistema di allarme di sicurezza domestica e prendi nota della guida alla risoluzione dei problemi di base, delle informazioni sulla batteria e dei segnali di allarme. Non tutti i sistemi di sicurezza sono alimentati solo a batterie. La maggior parte degli allarmi moderni utilizza una combinazione di batterie ed elettricità cablata.

Configurazione allarme comune

Le batterie di backup sono spesso installate per eventuali interruzioni di corrente da parte del fornitore di energia.
Il pannello di controllo (la centrale) funziona con alimentazione di rete 220CA e contiene al suo interno una batteria ricaricabile di backup.
In alcuni casi anche i rilevatori di fumo cablati possono avere batterie di riserva installate.
I rilevatori di movimento sono generalmente alimentati dal sistema cablato e la centrale fornisce alimentazione, per i modelli senza filo troviamo la batteria NON RICARICABILE al suo interno, le attuali più moderne sono agli Ioni Di Litio.
RISCO leader mondiale nella progettazione e produzione di sistemi d’allarme, aggiorna costantemente i dispositivi migliorando sempre più la durata delle batterie. Tuttavia, dovranno sempre essere sostituite ogni 2/3 anni, ed evitare quindi che il tuo sistema di allarme esaurisca le batterie, la sostituzione periodica delle batterie può farti risparmiare qualche problema e inconveniente a tarda notte!

Indicatori di batteria scarica

La maggior parte dei produttori consiglia di sostituire la batteria del sistema ogni 3-5 anni, ma il consiglio tecnico è di cambiarle massimo ogni tre anni. Se non sai quando il tuo sistema è stato sottoposto a manutenzione l’ultima volta, dovresti iniziare a consultare il manuale utente e imparare come verificare lo stato delle batterie.

Segnale acustico della tastiera

A seconda del sistema di allarme, la maggior parte degli allarmi domestici iniziano a suonare quando la potenza è bassa. Potrebbe succedere una volta al giorno o a intervalli di poche ore ma anche di secondi. Se la batteria è stata sostituita di recente e ci sono ancora rumori provenienti dalla tastiera quando sei sicuro che non ci sia nient’altro, consulta il manuale del produttore per sapere cosa significano segnali specifici.

Codici di avviso sul display LCD

Quando la batteria è scarica, la centrale RISCO mostrerà un carattere sul pannello LCD lampeggiante, anche interruzioni di corrente o un dispositivo scollegato di recente può causare la visualizzazione dell’indicatore dei guasti. Dopo un’interruzione di corrente, attendere 24 ore se il display continua a segnalare l’anomalia potrebbero essere danneggiate le batterie e vanno sostituite.

Manuale di istruzioni mancante

Potrebbe rappresentare un problema se non conosci il tipo di sistema che hai o se non hai accesso ai manuali di istruzioni del tuo sistema. Quando tutto il resto fallisce, chiama una società di sicurezza o monitoraggio e chiedi la loro assistenza. Non trascurare l’aiuto professionale solo per risparmiare denaro. Il tuo sistema di allarme deve sempre funzionare correttamente per mantenere la tua famiglia al sicuro.

Nel prossimo articolo, vedremo in pochi semplici click come verificare lo stato delle batterie per i sistemi RISCO™

Per questo articolo sono state usate foto messe a disposizione da:

Photo by mohamed_hassan from PxHere


Allarme casa obsoleto è tempo di cambiare

I sistemi di allarme sono come qualsiasi altro apparecchio o apparecchiatura che utilizzi a casa o in azienda. Dopo un po’, diventano obsoleti e necessitano di un aggiornamento. C’è un motivo per cui nessuno porta più cerca persone? Ricordate il Teledrin!; La tecnologia è avanzata e lo stesso principio vale per i sistemi di allarme. Ecco alcuni segni che indicano che è ora di aggiornare il tuo sistema di allarme.

Il tuo sistema d’allarme…

  • Molte cose sono cambiate dal 2006. Nell’ultimo decennio, ci sono stati così tanti progressi tecnologici che la maggior parte dei vecchi sistemi di allarme non sono nemmeno riconoscibili dai moderni standard di sicurezza. Se il tuo sistema di allarme ha più di 15 anni, è sicuramente il momento di aggiornarlo.
  • Se il tuo sistema di allarme ha 7 anni o più, potresti prendere in considerazione l’aggiornamento. Nuove funzionalità vengono create ogni anno. Saresti sorpreso di ciò che è disponibile ora che non era quando hai acquistato il tuo sistema.

Se si dispone di un sistema di allarme cablato

Per la maggior parte delle proprietà residenziali e delle piccole imprese, se si dispone di un sistema di allarme cablato, potrebbe essere il momento di eseguire l’aggiornamento. I sistemi di allarme cablati possono essere compromessi con l’età. Nel tempo, i cavi possono rompersi, piegarsi o scollegarsi, il che influirà sulla funzionalità del sistema.

Passando a un sistema di allarme wireless, non dovrai preoccuparti dell’invecchiamento dei cavi. Se disponi di un sistema di allarme cablato, è possibile che tu non debba sostituire del tutto il sistema. Molti sistemi possono essere trasferiti in un sistema wireless o funzionare come un ibrido cablato/wireless. I sistemi ibridi aggiungono un ulteriore livello di protezione contro le violazioni della sicurezza.

Se il tuo pannello di controllo wireless utilizza 3G/2G

I sistemi di allarme wireless comunicano utilizzando le frequenze radio come un telefono cellulare. Anche come un telefono cellulare, il tuo sistema di allarme wireless può diventare obsoleto. Non useresti ancora un telefono che funziona su una rete 2G, quindi perché dovresti mantenere un sistema di allarme che lo fa?

I vecchi sistemi wireless che utilizzano i comunicatori 3G non possono integrarsi con i dispositivi moderni. Inoltre, tutte le reti cellulari stanno eliminando del tutto il 3G, il che significa che il tuo sistema di allarme potrebbe non funzionare affatto. L’aggiornamento a un sistema di allarme wireless compatibile con 4G o anche 5G consentirà la connettività a più dispositivi e garantirà un funzionamento più fluido anche in futuro.

Fortunatamente, aggiornare il tuo sistema di allarme wireless 2G non significa sempre installare un sistema nuovo di zecca. Molti sistemi possono essere aggiornati semplicemente sostituendo il comunicatore. Consultaci per scoprire le opzioni disponibili.

Monitoraggio allarmi a distanza

I sistemi moderni possono persino inviare avvisi ai dispositivi mobili. Se il tuo sistema di allarme viene attivato, riceverai un avviso inviato direttamente al tuo dispositivo mobile sotto forma di SMS, e-mail o notifica push. Anche se sei dall’altra parte del mondo, sarai in grado di reagire in caso di emergenza e con la video verifica potrai valutare se contattare le forze di polizia in un click!. Non c’è motivo di continuare a fare affidamento sui vicini di casa o qualcuno per sentire la tua sirena che …Forse ti avviserà!

Se hai “solo un sistema di allarme”

Se hai solo un sistema di allarme che protegge la tua proprietà, dovresti pensare di fare alcuni aggiornamenti.
I sistemi di allarme moderni possono essere integrati con dispositivi intelligenti:

  • Telecamere di sicurezza
  • Sistemi di controllo accesso videocitofoni connessi in rete
  • Sensori con camera integrata per una video verifica istantanea

Tutti dispositivi di sicurezza a cui puoi accedere anche da remoto dai dispositivi mobili. In questo modo, puoi visualizzare i feed della telecamera, utilizzare il tuo sistema di interfono e gestire il controllo degli accessi da qualsiasi parte del mondo.

Aggiornamenti del sistema di allarme VIZATRONIX

Se pensi che potrebbe essere il momento di aggiornare il tuo sistema di allarme, contattaci. Possiamo discutere le tue opzioni e apportare tutti i miglioramenti necessari. Una volta che il tuo sistema è stato aggiornato agli standard moderni, offriamo anche servizi professionali di monitoraggio degli allarmi per una protezione senza pari. Il nostro obiettivo è darti la massima tranquillità sapendo che la tua proprietà e tutto ciò che contiene è al sicuro in ogni momento. Contattaci per qualsiasi domanda o per un preventivo gratuito e senza impegno oggi.

Compila il modulo di richiesta

Contact Form
* indicates required field
La tua email
Inserisci la tua richiesta max 200 caratteri


Risco aggiornamento sistema d’allarme

Perchè devo tenere aggiornato il sistema d’allarme?

La tua casa dovrebbe essere al sicuro con il tuo sistema di sicurezza installato, tuttavia è importante sapere che, i nuovi sistemi di sicurezza ti danno ancora più potere di controllo da remoto sia sui sensori che sulle telecamere della tua casa, rispetto a prima quando i sistemi erano controllati solo con SMS. Sono stati fatti progressi recenti che miglioreranno notevolmente la tua esperienza di sicurezza.
Ecco alcuni dei motivi per cui è fondamentale aggiornare il sistema di sicurezza e ottenere la tecnologia di sorveglianza più recente.

Implementa la nuova tecnologia nella tua casa

L’attuale ondata di tecnologia, fa si che le telecamere e i sistemi di sicurezza abbiano bisogno di aggiornamenti frequenti, con versioni più recenti e più avanzate. Se sono trascorsi molti anni da quando hai aggiornato il tuo sistema di sicurezza, è tempo di considerare un aggiornamento che potrebbe avvantaggiare te e la tua famiglia.

Sistemi di comunicazione GSM senza fili

Se si dispone di un sistema di sicurezza domestica molto vecchio, potrebbe comunque funzionare tramite rete telefonica fissa ma ciò significa che qualcuno potrebbe tagliare o modificare i cavi che controllano il tuo sistema di sicurezza per disabilitarlo. Questa è una vulnerabilità molto facile evitare quando si utilizza il comunicatore GSM su rete mobile.

Il monitoraggio della casa può essere impostato per avvisarti di circostanze meno urgenti di un’irruzione, ad esempio, se tu, come il 40% degli Italiani, hai la preoccupazione di lasciare aperta la porta del tuo garage o peggio una finestra a piano terra, il monitoraggio LIVE può assicurarti che sia tutto chiuso!

Monitorare da remoto con la video verifica live

Uno dei maggiori vantaggi dei sistemi moderni è la loro interattività con gli smartphone. Tutto quello che devi fare per avere una visione costante di ciò che sta succedendo nella tua casa è un’applicazione sul tuo smartphone. Mettiti a tuo agio ogni volta che ne senti il bisogno, dalla paura dei ladri alle preoccupazioni per la fuoriuscita di acqua dagli elettrodomestici.

Fotocamere di qualità superiore

Una caratteristica fondamentale dei moderni sistemi di sicurezza è il miglioramento della definizione video della telecamera, ma anche un sistema di crittografia evoluto. Ad esempio Risco™ ti offre il sistema di videocamere basato su CLOUD P2P, con connessione sicura gestita su server Microsoft® Azure®.
Questa funzione è importante per mantenere la tua casa al sicuro e identificare le persone sospette. Nella peggiore delle ipotesi, se si verifica un’irruzione, il tuo sistema di sorveglianza potrà catturare i volti o distinguere i dettagli dei sospetti, le immagini catturate saranno sempre disponibili sul CLOUD.

In conclusione

VIZATRONIX®, offre sistemi di sicurezza e video sorveglianza domestica moderni, installa sistemi Risco™, sia che tu aggiorni il tuo vecchio sistema o inizi da zero con uno nuovo di zecca, da VIZATRONIX® installatore Risco™ puoi aspettarti un servizio eccellente dal nostro personale e soprsautto prestazioni migliori dal tuo sistema d’allarme.

Contattaci oggi per avere maggiori informazioni e sulle opzioni a tua disposizione.

Per qualunque esigenza puoi contattare lo staff usando questo modulo o se preferisci chiama il +39 348 6727882 oppure +39 3358173283 per un contatto immediato.
* *campi obbligatori
la tua richiesta max 200 caratteri

Come cambiare la password d’accesso al cloud app iRisco di Risco™

Modifica password di accesso al cloud RISCO mediante l’app iRisco

Per molti superfluo o addirittura banale, altri per pigrizia non hanno mai aperto il manuale dell’app o tal volta utenti che hanno poca dimestichezza informatica, sempre più spesso ci capita di fornire assistenza telefonica su come modificare la password di accesso.

La procedura è tuttavia semplice, e descriviamo in pochi semplici passi come fare:
1)Apri il browser del tuo PC/MAC, alla pagina d’accesso su https/:www.riscocloud.com, in alto a destra scegliere la lingua per il sito, poi eseguire l’accesso (LOGIN) inserendo le proprie credenziali, il passo successivo è la richiesta del PIN (lo stesso codice usato per inserire/disinserire il sistema)
2) Dal menù di sinistra scegli l’utente che vuoi modificare, click sul nome per aprire il pannello con i dettagli.
3) Al centro trovi un pulsante CAMBIO PASSWORD evidenziato, digita negli appositi campi le informazioni richieste:
PASSWORD ATTUALE:
NUOVA PASSWORD

Guarda il video

N.B. La password deve rispettare i criteri di sicurezza, quindi almeno 8 caratteri, lettere maiuscole e minuscole, almeno un numero e caratteri speciali (es. @,#,€ cc. ecc.) 


Guida al cambio delle batterie del tuo sistema d’allarme

Guida alle batterie antifurto: diversi tipi e dove acquistarle

Che batterie ho nel mio sistema di allarme?
In generale, i sistemi di allarme utilizzano batterie in 2 parti diverse del sistema se si tratta di un allarme cablato e in 3 parti diverse se si tratta di un allarme senza fili:

Batteria del pannello di allarme: questa è la batteria più importante, alimenta il cuore del sistema ovvero “la centrale” del tuo allarme, il pannello o in gergo “centralina” svolge il compito di controllo verso tutti i dispositivi come: “sensori, sirene, tastiere di comando o altri dispositivi di automazione domestica connessi con speciali periferiche di controllo”.

Batteria della sirena di allarme: se il tuo allarme senza fili è dotato di una “sirena” esterna, installata fuori dalla tua proprietà, essa è dotata di una “batteria”.

– Batteria del sensore d’allarme: se si dispone di sensori wireless, ogni sensore avrà una batteria che dovrà essere sostituita ogni 18-24 mesi oltre tale limite si rischia di scaricare troppo la batterie, di conseguenza potrebbe verificarsi perdita di acido e formazione di ossido in gran parte dei casi il danno al dispositivo è irreversibile e andrà sostituito.
Importante! Normalmente è la batteria del pannello di allarme, meglio definita come “centrale” la prima causa dei problemi e dovrebbe essere sostituita ogni 2/3 anni al massimo, ovviamente mi è spesso capitato di dover sostituire batterie presso clienti che non avevano effettuato manutenzioni da oltre 5 e anche 7 anni!

Batterie per sistemi cablati

Cosa ben diversa per un sistema d’allarme cablato, sicuramente il costo per la manutenzione scenderà notevolmente, poichè le uniche batterie da sostituire saranno: Batteria centralina e batteria sirena esterna.
Le batterie risolvono i problemi di accessibilità 
quando l’alimentazione CA 220 viene a mancare, intervengono come sistema di backup e mantengono in funzione il sistema per qualche ora, fortunatamente, la durata e la capacità di alimentazione delle batterie vengono costantemente migliorate, è previsto che le batterie continuino a migliorare notevolmente nei prossimi anni.

Se hai le batterie in buono stato, quindi con una buona autonomia nel tuo sistema di allarme, puoi risparmiarti un sacco di problemi, inconvenienti e visite di servizio a tarda notte! Sostituendo le batterie a intervalli regolari, trattandosi di batterie ricaricabili e costantemente alimentate, l’efficacia e la durata si abbassa con il passare del tempo, è opportuno sostituire la batteria della centrale e della sirena esterna ogni 2 o 3 anni al massimo.

Come controllare se le batterie del mio allarme cablato sono scariche?

Se hai un sistema cablato non RISCO™ difficilmente ti accorgerai del degrado delle batterie, RISCO™ costruisce le centrali d’allarme più evolute al mondo,  segnala le anomalie direttamente sul display della tastiera di comando, in questo caso dal menu “utente” puoi visualizzare “GUASTI” e programmare l’intervento. In generale tutte le centrali d’allarme hanno la sirena esterna, quest’ultima è un dispositivo che usa l’alimentazione di sistema per caricare la batteria al suo interno, il  funzionamento è garantito esclusivamente da essa, nel caso di batteria guasta potrebbe non emettere nessun suono o funzionare a singhiozzo.

Perchè in caso di blackout il sistema d’allarme fa suonare la sirena esterna?

Se in un sistema cablato le batterie sono esauste in caso di black-out il sistema funzionerà solo per qualche minuto, la prima a cessare di funzionare sarà sicuramente la batteria della centrale, che di solito alimenta diverse periferiche (GSM/LAN ESPANSIONI ECC..) l’assenza di alimentazione verso la sirena, causerà un evento di allarme senza possibilità di poterlo disattivare visto che la centrale sarà fuori uso, la sirena continuerà a suonare fino a quando non sarà ripristinata l’alimentazione o fino a quando non sarà scarica la batteria.  

Quale sarà la batteria del mio sistema d’allarme?

Per le centrali d’allarme cablate, le batterie più comuni di solito sono da 12V 7A, per le sirene 12V 2.2A, in alcuni casi nella centrale potrebbe essere presente una batteria più grande ad esempio da 17A.

Clicca qui per tabella dettagliata e prezzi, i prezzi sono indicativi e possono variare in base alla marca che in questo specifico campo fa  la differenza di qualità tra un buon prodotto e uno scadente, sono al netto di IVA e installazione e possono variare +/- 20%

Se hai dubbi contattaci, ti aiuteremo a individuare la batteria del tuo sistema d’allarme.


RISCO | VUpoint controllo video avanzato | vizatronix

VUPoint | RISCO VIZATRONIX ROMA© sistemi elettronici antintrusione

VUpoint Video Solution, un sistema di registrazione plug & play superiore, con capacità di verifica degli allarmi una combinazione senza rivali, un unico sistema completo per NVR e telecamere IP

La tua scelta migliore, per maggiori informazioni chiama il numero 348 67 27 882 per un preventivo GRATIS e senza impegno.

Come funziona VUPoint

Tripla azione: per i 30 secondi che contano di più!

La videosorveglianza tradizionale offre due funzionalità principali: visualizzazione dal vivo e riproduzione della registrazione. VUpoint aggiunge un terzo elemento chiave: la notifica di allarme push in tempo reale con immagini e video clip di 30 secondi inviati direttamente allo smartphone. Questa notifica di allarme in tempo reale con evidenza visiva dalla telecamera giusta al momento giusto, consente all’utente e alla stazione di monitoraggio di agire immediatamente!

 

 

 

Novità! Applicazione desktop Vupoint

VUpoint Desktop è il software di gestione video basato su Windows di facile utilizzo di RISCO, che consente agli utenti finali di monitorare le installazioni video VUpoint dai propri computer desktop o laptop. Visualizza streaming live da più telecamere su più siti, controlla le telecamere PT/PTZ, scarica le registrazioni dall’NVR e altro ancora…

 

Personalizza una soluzione per qualsiasi installazione di piccole e medie dimensioni..

La soluzione integrata di RISCO fornisce una varietà completa di componenti video e di allarme, consentendoti di personalizzare la giusta soluzione di sicurezza per soddisfare le esigenze delle imprese residenziali o di piccole e medie dimensioni.

SCARICA IL CATALOGO COMPLETO QUÍ

Vupoint Nuova linea di telecamere IP

La nuova linea di telecamere IP VUpoint include un’ampia linea di telecamere PoE e Wi-Fi, con un’alta risoluzione fino a 4MP.

Una nuova piattaforma di gestione video desktop basata su cloud offre alle aziende e ai proprietari di case il controllo completo sul proprio sistema video, da qualsiasi luogo.

Installazione di video e allarme? La soluzione integrata di RISCO è la scelta migliore!


RISCO cloud allarme casa sicurezza globale – termine servizio gratuito | riscocloud a pagamento

Informazioni sul servizio RISCO Cloud

Il tempo del servizio gratis sta scadendo, molti utenti sono infuriati visto che il proprio installatore aveva detto loro che il servizio era gratuito, senza specificare sino a quando e tuttavia vogliamo sottolineare che l’accettazione delle clausole di servizio, in fase di registrazione al sito riscocloud.com sottolineavano chiaramente che in futuro avrebbero potuto applicare delle commissioni.

Cosa offre il cloud RISCO™

L’applicazione per smartphone ti offre un modo semplice per gestire la sicurezza della tua casa o della tua azienda. L’app è uno strumento aggiuntivo e non una “parte fondamentale” del tuo sistema di allarme.

Questa modifica non ha alcun impatto sul funzionamento del sistema di sicurezza.

Il costo non è per utente ma per sito (= sistema di sicurezza).
Ciò significa che c’è un solo addebito, anche se ci sono più utenti di smartphone per un unico sistema di sicurezza.

La tua piattaforma cloud online è installata su server che forniscono i massimi livelli di sicurezza, backup e privacy degli utenti conformi al GDPR.
Il produttore continua a sviluppare servizi cloud e app per introdurre o migliorare future nuove funzionalità come video verifica avanzato, automazione domestica e integrazione del campanello di casa!

Il sistema di sicurezza numero uno al mondo

RISCO Cloud è ora la piattaforma di sicurezza, più sicura e robusta sul mercato mondiale. Nel corso degli anni ha investito milioni di dollari nella protezione della sicurezza informatica, nella capacità e nella sopravvivenza della piattaforma Cloud, ineguagliata da nessuno dei concorrenti di sistemi anti intrusione.

La piattaforma Microsoft© AZURE

RISCO Cloud è ospitato da Microsoft Azure e gode dei più alti standard di servizi gestiti, scalabilità e sicurezza dei dati. Risponde ai più elevati standard di qualità e dispone di certificazione degli standard europei EN 50136-1 e EN 50136-3, nonché degli standard internazionali, la certificazione ISO/IEC 27001:2013. Possediamo anche la certificazione allo stesso livello dei centri di ricezione allarmi. Nel Regno Unito, è l’unica soluzione cloud anti intrusione accreditata Secured by Design.

Le centinaia di migliaia di siti gestiti da RISCO Cloud godono non solo di una piattaforma ricca di funzionalità, ma anche di un alto livello di servizio e di prestazioni eccezionali che sono altamente reattive alle azioni dell’utente, tutto ciò è possibile grazie alla tecnologia avanzata di RISCO Cloud.

Perché ci saranno dei costi per RISCO Cloud?

RISCO Cloud è stato fornito gratuitamente agli installatori e agli utenti finali per molti anni, nonostante gli elevati costi di sviluppo e manutenzione della piattaforma. RISCO Group ha sempre sottolineato nei termini e condizioni del Cloud e dell’App che in futuro potrebbero essere applicate delle commissioni per l’utilizzo dei servizi Cloud.

Mentre RISCO si sforza di continuare a fornire la migliore soluzione sul mercato, con livelli di servizio eccezionali a fronte di ingenti investimenti in sviluppi futuri, come video verifica automazione e controllo accessi, RISCO Cloud cesserà di essere un servizio gratuito nelle prossime settimane.


sim risco centrale allarme casa vizatronix

Nuova SIM RISCO in modalità roaming.

L’attesa è finita!

RISCO è lieta di annunciare la nuova disponibilità della nuova SIM Card RISCO, un’offerta esclusiva per i moduli di comunicazione GSM RISCO.

Come funziona

Quando viene utilizzata in un modulo GSM, la SIM CARD di RISCO garantisce connettività  in ogni situazione, non sarà più necessario verificare quale gestore GSM è disponibile nella tua zona e sopratutto nel punto dove sarà installato il modulo GSM, il modulo GSM seleziona in automatico il gestore con segnale più potente, la nuova SIM di Risco, (solo dati, no SMS e no Voce) offre connettività al cloud in modalità  roaming che abilita il sistema a comunicare su reti cellulare per funzionalità di report per il tuo sistema d’allarme, ma anche controllo e programmazione da remoto per il tuo installatore di fiducia.

Compatibilità

Centrali e gestori compatibili:

Funziona con i seguenti gestori Vodafone / Omnitel Telecom Italia Wind 3 (H3G)

Pannelli di controllo RISCO™

Agility 4 / WiComm / WiComm Pro – dalla v. 5.24 in poi

LightSYS 2 – dalla v. 5.81 in poi

ProSYS Plus – sarà annunciato a breve – dalla v. 01.04.04

Disponibilità e costi

La SIM sarà disponibile per il mercato Italiano a partire da GIUGNO 2021.

In merito ai costi per ora ti possiamo anticipare che la gestione cloud + SIM dovrebbe aggirarsi a circa €.7,5 mensili.

Contattaci telefonicamente o se preferisci usa il modulo contatti in fondo a questa pagina.

Per qualunque esigenza puoi contattare lo staff usando questo modulo o se preferisci chiama il +39 348 6727882 oppure +39 3358173283 per un contatto immediato.
* *campi obbligatori
la tua richiesta max 200 caratteri